• top
  • top
  • top
  • top

Straordinario presepio nella chiesa parrocchiale di Mossa
Quest'anno l'arte delle Clarisse di Gorizia omaggia i 25 anni della consacrazione del santuario diocesano del Preval di Mossa, con la collocazione della Natività nella chiesa arcipretale di sant'Andrea apostolo di Mossa


Quest’anno a motivo della pandemia e degli spazi ristretti del Monastero di Gorizia sito in piazza San Antonio, dove tradizionalmente erano collocati i presepi, questi non ci potranno essere, ma non per questo l’arte delle clarisse non sarà presente e visibile da tutti.

Il fatto che davvero una moltitudine di gente accorreva al Monastero ha indotto la comunità delle suore a realizzare qualcosa di visibile in altra sede.

Quest’anno infatti il loro unico presepio ricorderà un fatto storico, cioè i 25 anni della consacrazione del santuario diocesano del Preval di Mossa e la Natività sarà collocata proprio nella chiesa arcipretale di sant'Andrea apostolo di Mossa, dove si trova non solo la venerata immagine del '400 della Madonna del Preval della scuola di Domenico da Tolmezzo ma anche la Reliquia del sangue di San Giovanni Paolo II, santo al quale il monastero goriziano é intitolato.

L'artistica creazione delle suore é la chiesa/santuario di Santa Maria Regina dei Popoli realizzata in scala, ma comunque di grandi dimensioni, alta due metri, con tutti i particolari esterni ed interni, le luci, le campane che suonano, insomma un’opera d’arte che merita di essere vista. Le monache l’hanno realizzata gratuitamente e ad onore del ricorrente giubileo dell'incoronazione della Madonna del Preval che 25 anni fa venne insignita della corona d'oro dall’arcivescovo di allora Padre Antonio Vitale Bommarco su mandato e con l’autorità apostolica di Papa Giovanni Paolo II. Per questo chi raggiungerà la chiesa parrocchiale di Mossa in centro paese, potrà non solo godere della bellezza di questo presepio, ma potrà venerare l’immagina del ‘400 della Madonna del Preval e la Reliquia del sangue di San Giovanni Paolo II.

Un momento quindi anche di spiritualità e riflessione per il godimento non solo degli occhi ma soprattutto del cuore. Così in quest’anno così difficile il lookdown prolungato dei primi mesi del 2020 sono stati trasformati dalle monache in un’occasione preziosa di certosino lavoro per celebrare, anche con molta preghiera questa data singolare per la comunità e la diocesi tutta. Godere di quest'opera e fare anche una preghiera sarebbe il modo più bello per dire grazie a coloro che incessantemente pregano e vegliano in un Avvento continuo per le necessità della Chiesa goriziana e particolarmente in questo tempo di grandi difficoltà per tante famiglie e di solitudini per tantissimi anziani.

La chiesa parrocchiale di Mossa rimarrà aperta da mattina a sera ogni giorno per poter contemplare questo presepe e per la preghiera.


Santuario della Madonna del Preval
info@santuariopreval.it

Leggi la nostra Privacy Policy e la nostra Cookie Policy